UNA QUALITÀ FATTA DI LEGAMI

Legami tra gli acini che nascono nella rete del grappolo. Legami tra i grappoli che crescono insieme alla vite. Legami tra le viti che si abbracciano e che danno vita al vigneto. Legami tra le bollicine che si legano le une alle altre in quei fili che, come filari, salgono per diventare spumante. E’ per questi legami che l’uomo si lega alla sua terra.

Coltivazioni di qualità

Il vino nasce dalla terra ed è essenziale assicurarne la massima qualità ancora prima della sua nascita

L'uva migliore

Uva di prima qualità selezionata e curata perché il vino sia della massima purezza

Equilibrio sublime

Solo un gran team può dare vita ad un Gran vino. Il nostro enologo fa si che ogni nostra bottiglia sia sempre la migliore.

UNA QUALITÀ CHE SOLO L’ESPERIENZA PUÒ DARE

Una zona, la vite, la vita. La terra che ospita il lavoro dell’uomo. Che dà un nome e un’origine a un legame storico, dal 1865. E lo fa sotto il controllo della tradizione di una famiglia, che di generazione in generazione è garanzia dell’identità dello spumante Colesel.

Vigneti

Ettari

I nostri Uomini

Un’azienda di vignaioli dalla solida tradizione contadina. Un blending di storia, uomini, terra, lavoro. Colesel è un luogo aperto a tutti coloro che vogliono conoscere e approfondire l’esperienza del Catizze nella terra di Valdobbiadene

Antonio Bortolin

Antonio Bortolin

Responsabile Commerciale

Vlady Bortolin

Vlady Bortolin

Enologo

Siro Bortolin

Siro Bortolin

Vignaiolo

LA NOSTRA TERRA

Succede sempre che a un certo punto ti fermi. E lì, in quel luogo, decantato, ma incantato, La senti. Non è una cosa facile da spiegare. Ci sono molte cose della vita che basta una parola, un’immagine, Una metafora E zac, dal caos al cosmo, dal casino all’ordine. Quello che per primo sente la terra. Una volta tra gli abitanti di ogni campagna ce n’era sempre almeno uno. Non sono cose che si dicono così per dire, come i racconti semiseri e semiveri che si narrano in paese. C’è chi sente la musica ancora prima di comporla per poi suonarla. C’è davvero chi sente la terra ancora prima di coltivarla. In questi legami di sensi musicisti e vignaioli trovano un comune destino. Sentire attraverso lo spartito per gli uni e il terroir per gli altri quello che il loro strumento di lavoro potrà  – dopo la fatica delle mani – produrre. Una sinfonia di note: melodiche per il musicista, sensoriali per il vignaiolo. 106 ettari di vigneti. A oltre 300 metri di altezza. Personalità effervescente. Diversità del terroir. Una microzona all’interno di Valdobbiadene dove si verificano particolari coincidenze morfologiche e climatiche. Cartizze, colline ripide e faticose, nel cuore della zona Valdobbiadene. Territorio ad alta intesità vitivinicola, dove la mano dell’uomo ha ancora il suo peso. Cartizze, terra che abbina la caparbietà del vignaiolo alla cultura della tradizione, la tenacia del lavoro all’innovazione della conoscenza. Cartizze, terra che dà coraggio, che invita a non temere la fatica. Terra che insegna ad avere pazienza. Ad aspettare. Solo da qui, il Prosecco può comunicare a tutto il mondo con la lingua originale dello spumante italiano.

Vieni a trovarci!

 

Dal Lunedì al Venerdì

8 -12 AM   /  14 – 18 PM

Sabato

10 AM – 16 PM

Pin It on Pinterest